Reset Password

Airbnb in Italia

I pro e I contro

€ 0 to € 15000

Advanced Search

€ 0 to € 15000

Your search results
August 24, 2019

Airbnb in Italia: I pro e I contro

Airbnb e altri siti di affitti di case per  soggiorni di brevi periodi continuano a crescere in popolarità, non è dunque una sorpresa che sempre più persone stiano cercando di ottenere un piccolo profitto extra dalle loro proprietà.

Ora parliamo di alcune cose legate ad Airbnb: dalle aspettative su di esso e la burocrazia ai pro e i contro

Quali sono I doveri del proprietario di casa ?

Come proprietario di casa ci sono alcune piccole attenzioni che il proprietario di casa si aspetta

  • Essere attivo nelle risposte ai diversi tipi di domande che potrebbero arrivare
  • Condividere una quanto più possibile precisa descrizione della casa e di tutti gli utensili /elettrodomestici
  • Provvedere agli elementi essenziali ( carta igienica, biancheria pulita, etc..)
  • Firmare il contratto con l’ospite al momento del check in
  • Comunicare l’identità e il documento del tuo ospite alla questura entro le 24 dal suo arrivo
  • Rilasciare la ricevuta di pagamento al tuo ospite alla fine della sua permanenza
  • far trovare sempre ben pulita la proprietà

Come prepararti

Per prima cosa dovresti decidere se vuoi agire in maniera “professionale” oppure no.

Vediamo le differenze

  • Se non rientri nel “mercato professionale”, puoi offrire solo I servizi base quali pulizia della casa e cambio biancheria, diversamente invece, potrai offrire anche servizi aggiuntivi ( auto, etc…)
  • Se non rientri nel “mercato professionale”, non puoi dichiarare le entrate da questa attività e scaricarle dalla tua dichiarazione dei redditi, diversamente, invece, potrai inserire gli introiti nella tua contabilità usufruire di eventuali “agevolazioni”
  • Se non rientri nel mercato professionale, non potrai usufruire di eventuali sgravi fiscali o prestito per l’acquisto della tua proprietà, qualora presenti nel tuo territorio.
  • Se rientri nel mercato professionale, puoi “scaricare” alcune spese dalle tasse, come pulizie o servizio lavanderia.
  • Se rientri nel mercato professionale, puoi optare per il regime forfettario e pagare il 15% di tasse per un introito fino a 65.000 euro e il 5% per il “nuovo business”

 

Una volta deciso se vuoi agire in maniera “professionale” oppure no, dovrai scegliere uno di questi tipi di contrattualistica ( questo alcuni trai piu comuni)

  • B&B
  • Affittacamere
  • Agriturismo
  • Casa vacanze

 

Poi dovrai seguire I seguenti steps per il tuo “Airbnb” officiale

  • Aprire la Partita Iva
  • Registrare la tua posizione alla camera di Commercio
  • Registrare la tua posizione all’ Inps
  • Registrare la tua proprietà alla camera di Commercio

 

Cosa fare per affrontare la burocrazia in maniera saggia

Come per molte altre cose, in Italia c’è sempre molta burocrazia da affrontare e noi faremo del nostro meglio per guidarti ed aiutarti ad affrontarla, rispondendo alle domande che più comunemente ci vengono fatte

https://www.airbnb.com/help/article/1394/responsible-hosting-in-italy

 

La cosa più importante che devi sapere è che, in generale, dovrai pagare le tasse sui guadagni che otterrai e che dunque dichiarerai relativi alla tua proprietà.

Ci sono indicativamente due tipi di tasse principali

IRPEF

Questa è relativa al totale annuo di introiti che vengono tassati dal 23% al 43%

Se usi questo tipo di dichiarazione potrai detrarre le spese sulla ristrutturazione della proprietà

 

CEDOLARE SECCA

In questo caso le tasse sono fissate al 21% ( indipendentemente dagli introiti effettivi), ma questa modalità può essere usata solo da chi affitta la proprietà in maniera “non professionale ( tipo con modalità casa vacanze)

Anche in questo caso puoi portare a detrazione la maggior parte delle spese di ristrutturazione/rinnovo della proprietà

 

Per decidere quali delle due modalità sia la più adatta per te, la cosa migliore è affidarsi al proprio commercialista che saprà tenere in considerazione tutte le eventuali variabili del caso.

 

I pro e I contro dell’affitto tramite Airbnb

 Ci sono diversi pro e contro nell’utilizzo di Airbnb come piattaforma di affitto della propria casa.

Vediamo di cosa si tratta

Pro

  • Airbnb ha una semplice interfaccia ed è facile da gestire dal primo momento di inserimento della propria casa sulla piattaforma fino ad arrivare alla prenotazione e al pagamento per l’affitto di questa.
  • registrazione e pubblicazione della proprietà gratuite
  • Autonomia nella scelta dei prezzi
  • Si può lavorare tranquillamente da casa
  • Si conoscono persone provenienti da tutte le parti del mondo

Contro

  • Airbnb ha appena aumentato la percentuale della propria fee che è crescita dal 3 al 16 %
  • I check in sono spesso la sera. Mentre I Check in sono spesso in orario giornalieri, potrai aspettarti che almeno il 20% di questi siano la sera dopo le ore 20.00
  • Devi essere disponibile praticamente h24; li ospiti si aspettano che qualsiasi tipo di problema ( wifi, acqua calda o simili..) venga risolto subito e se questo non succede rischi pessime recensioni che abbasseranno il tuo “livello di servizio”, creandoti una perdita di prenotazioni e dunque di guadagno.
  • La molta competizione (più di 40.000 proprietà solo a Roma ha generato un abbassamente generale dei prezzi di affitto ed è facile trovare appartamenti in centro per 50 euro a notte
  • Usura della proprietà – Con molti ospiti che utilizzano la proprietà, il consumo della tua casa è piuttosto elevato e richiede una regolare manutenzione (spesso anche la verniciatura)
  • Il vicinato potrebbe lamentarsi del “via vai” di persone diverse ogni volta
  • Alti consumi delle utenze. Sarà difficile controllare I consumi e le bollette saranno alte. Spesso gli ospiti in vacanza lasciano l’aria condizionata accesa per molto tempo anche con le finestre aperte
  • Dovresti avvisare la questura per ogni nuovo ospita inviare ed archiviare ogni documento di identità
  • Richiedere ed essere regolare con la tassa di soggiorno
  • Spese aggiuntive ( check in, pulizia, manutenzione)dipendono da come imposti la gestione della tua proprietà.Dovrai inoltre pagare l’iva su ciò che incassi ( dipende da come imposti la proprietà.

 

Quindi cosa dovresti /potresti fare ?

C’è molto da fare affittando la propria casa co Airbnb e può essere una seccatura, quindi se vuoi un modo semplice per affittare la tua proprietà, prova Crib Med.
Con Crib Med, puoi affittare a professionisti stranieri per periodi medio / lunghi con meno burocrazia e fatica ma facendo comunque un profitto interessante! Guarda come qui.

 

NOTA BENE:

Questo articolo è destinato a dare informazioni generali e contiene solo commenti generali su questioni legali. Non si tratta di consulenza su aspetti legali dell’argomento e non deve essere trattato come dunque come consulenza.

Category: Blog, Italy
  • Advanced Search

EnglishItalian